Archivi di: Ires

La Locazione di case vacanza non costituisce attività commerciale

Nel gioco delle parti, tra Amministrazione finanziaria e contribuenti, è sempre aperto il dibattito su quali attività abbiano natura commerciale e siano, pertanto, soggette a tutti gli adempimenti IVA (dichiarazione di inizio attività, fatturazione, registrazioni, liquidazioni periodiche e dichiarazione annuale), nonché al regime di tassazione previsto per le attività commerciali ai fini delle imposte sui […]

Trattamento di fine mandato (TFM) per la cessazione dell’ufficio di amministratore di società: tentativi di inquadramento sistematico ai fini civilistici e tributari

Come noto, il legislatore ha stabilito, ai fini civilistici, una precisa disciplina volta a regolare lo stanziamento dei compensi per l’ufficio di amministratore di società. In primo luogo, l’art. 2389 c.c. dispone al primo comma che “I compensi spettanti ai membri del consiglio di amministrazione e del comitato esecutivo sono stabiliti all’atto della nomina o […]

La rilevanza fiscale del trust in Italia ai fini delle imposte dirette

Il presente articolo ha la finalità di individuare le caratteristiche in presenza delle quali un trust è considerato residente nel territorio italiano e assoggettato alla disciplina delle imposte dirette prevista dal TUIR. Come noto, l’articolo 73, comma 1, lett. b), del TUIR dispone che “Sono soggetti all’imposta sul reddito delle società … i trust residenti […]

Abuso della direttiva madre-figlie: l’orientamento della Corte di Giustizia

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea con la sentenza resa il 26 febbraio 2019 sulle cause riunite C-116/16 e C-117/16, in materia di esenzione da ritenuta alla fonte di dividendi in applicazione della Direttiva 90/435/CEE (cd. Direttiva Madre-Figlie), ha fornito importanti chiarimenti in merito alla repressione delle pratiche abusive e fraudolente ai sensi della normativa […]

Libertà di stabilimento ed esterovestizione: l’orientamento della Corte di Cassazione

Libertà di stabilimento ed esterovestizione: l’orientamento della Corte di Cassazione. La circostanza che una società sia stata costituita all’estero per fruire di una legislazione più vantaggiosa non costituisce per se stessa un abuso della libertà di stabilimento. Secondo i giudici della Cassazione, una misura nazionale che restringa tale libertà è ammessa unicamente ove riguardi costruzioni […]

L’inadempimento del giudice nazionale rispetto alle vincolanti statuizioni della Corte di Giustizia dell’Unione europea ed all’obbligo di rinvio pregiudiziale: il caso “Accor”.

Con una pronuncia unica nel suo genere, la Corte di Giustizia UE ha, per la prima volta, riscontrato l’inadempimento di uno Stato membro, imputabile ad una delle sue giurisdizioni superiori (il Conseil d’Etat francese, nel caso di specie), per non averla interpellata a titolo di rinvio pregiudiziale sulla base dell’articolo 267 TFUE. La suddetta statuizione […]