Archivi di: Agenzia delle Entrate

La Locazione di case vacanza non costituisce attività commerciale

Nel gioco delle parti, tra Amministrazione finanziaria e contribuenti, è sempre aperto il dibattito su quali attività abbiano natura commerciale e siano, pertanto, soggette a tutti gli adempimenti IVA (dichiarazione di inizio attività, fatturazione, registrazioni, liquidazioni periodiche e dichiarazione annuale), nonché al regime di tassazione previsto per le attività commerciali ai fini delle imposte sui […]

Trattamento di fine mandato (TFM) per la cessazione dell’ufficio di amministratore di società: tentativi di inquadramento sistematico ai fini civilistici e tributari

Come noto, il legislatore ha stabilito, ai fini civilistici, una precisa disciplina volta a regolare lo stanziamento dei compensi per l’ufficio di amministratore di società. In primo luogo, l’art. 2389 c.c. dispone al primo comma che “I compensi spettanti ai membri del consiglio di amministrazione e del comitato esecutivo sono stabiliti all’atto della nomina o […]

Operazioni soggettivamente inesistenti: la prova dell’elemento soggettivo incombente sull’Amministrazione finanziaria

Nella recente Sentenza n. 25106 del 2020, depositata in data 10.11.2020, la Suprema Corte di Cassazione è tornata ad occuparsi delle operazioni soggettivamente inesistenti ed, in particolare, della prova, incombente sull’Amministrazione finanziaria, in merito alla consapevolezza del contribuente che l’operazione si inseriva in una evasione d’imposta. Il contenzioso oggetto del giudizio di legittimità trae origini […]

Tassazione indiretta dell’atto di dotazione del trust: l’Agenzia delle Entrate va contro la Cassazione

Come noto, il trust consiste essenzialmente nella gestione di un “patrimonio” (da intendersi, caso per caso, come un singolo bene o diritto, ovvero un insieme di rapporti giuridici) al fine del perseguimento degli “obiettivi” indicati dal soggetto che istituisce il trust stesso (in italiano: il “disponente”; in inglese: settlor o trustor), il quale coincide, nella […]

Nuovi termini per la rivalutazione del valore delle partecipazioni (e dei terreni)

L’art. 137 del c.d. “Decreto Rilancio” (D. L. n. 34/2020), pubblicato in Gazzetta Ufficiale nella tarda serata di ieri 19 maggio 2020, prevede che quanto disposto dai commi 693 e ss dell’ultima legge di bilancio (la cui disciplina verrà di seguito illustrata), sia affiancato dalla possibilità di una ulteriore rideterminazione del costo di acquisto delle […]

Emissione distinta dalla notifica degli atti impositivi: a chi giova?

La Bozza al Decreto “Rilancio” circolata nel tardo pomeriggio del 13/05/2020 prevede, all’art. 168, un singolare strumento volto alla proroga dei termini di notifica degli atti impositivi per i quali i termini di decadenza scadono il 31 dicembre 2020, “al fine di favorire la graduale ripresa delle attività economiche e sociali”. In particolare, l’accennata disposizione […]

Accertamento privo di documento essenziale richiamato ma non allegato: nullo anche se il documento è prodotto in giudizio

La Corte di Cassazione, con la recentissima Sentenza n. 7649/2020, ha stabilito il principio secondo cui, in caso di motivazione per relationem, qualora l’Amministrazione finanziaria integri i documenti nel corso del giudizio di appello, dopo aver omesso di allegarli o riportarli nell’iniziale atto impositivo, l’atto deve considerarsi nullo, non rilevando la previsione di cui all’art. […]

La motivazione degli atti impositivi emessi a seguito dei controlli automatizzati ex art. 36bis e formali ex art. 36ter del d.P.R. n. 600/1973: l’obbligo di notifica del c.d. “avviso bonario”

Il presente scritto ha lo scopo di illustrare sommariamente gli aspetti essenziali in tema di motivazione delle cartelle di pagamento emesse a seguito dei controlli effettuati ai sensi degli artt. 36bis e 36ter del d.P.R. n. 600/1973, nonché in tema di notifica delle c.d. “comunicazioni di irregolarità”. L’attività di controllo sulle dichiarazioni dei contribuenti è […]

Come difendersi dalle comunicazioni di irregolarità, previste dall’articolo 36 bis, comma 3, del DPR 600/1973, che saranno notificate a partire dal 1° giugno

Nell’audizione dello scorso 22 aprile alla Camera dei deputati, il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha annunciato che, dal 1° giugno, ripartiranno le notifiche delle comunicazioni di irregolarità, anche note con avvisi bonari. Con il presente articolo si intende spiegare al contribuente come deve comportarsi in caso di notifica di una comunicazione di irregolarità, emessa a […]
  • 1
  • 2