• English

Tutti gli articoli di Edoardo Giontella

Nuovi termini per la rivalutazione del valore delle partecipazioni (e dei terreni)

L’art. 137 del c.d. “Decreto Rilancio” (D. L. n. 34/2020), pubblicato in Gazzetta Ufficiale nella tarda serata di ieri 19 maggio 2020, prevede che quanto disposto dai commi 693 e ss dell’ultima legge di bilancio (la cui disciplina verrà di seguito illustrata), sia affiancato dalla possibilità di una ulteriore rideterminazione del costo di acquisto delle […]

Emissione distinta dalla notifica degli atti impositivi: a chi giova?

La Bozza al Decreto “Rilancio” circolata nel tardo pomeriggio del 13/05/2020 prevede, all’art. 168, un singolare strumento volto alla proroga dei termini di notifica degli atti impositivi per i quali i termini di decadenza scadono il 31 dicembre 2020, “al fine di favorire la graduale ripresa delle attività economiche e sociali”. In particolare, l’accennata disposizione […]

La motivazione degli atti impositivi emessi a seguito dei controlli automatizzati ex art. 36bis e formali ex art. 36ter del d.P.R. n. 600/1973: l’obbligo di notifica del c.d. “avviso bonario”

Il presente scritto ha lo scopo di illustrare sommariamente gli aspetti essenziali in tema di motivazione delle cartelle di pagamento emesse a seguito dei controlli effettuati ai sensi degli artt. 36bis e 36ter del d.P.R. n. 600/1973, nonché in tema di notifica delle c.d. “comunicazioni di irregolarità”. L’attività di controllo sulle dichiarazioni dei contribuenti è […]

COVID-19, sospensione eccezionale dei termini processuali: escluse le memorie e il deposito documenti

Due settimane di sospensione (sia delle udienze, che dei termini processuali) in tutta Italia. In data 8 marzo 2020, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Ministro della Giustizia, è stato sottoscritto e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Decreto-legge n. 11 recante “Misure straordinarie ed urgenti per contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 […]

E’ illegittimo negare il rimborso di un credito IVA se è stata prestata la garanzia ex art. 38bis del d.P.R. n. 633/1972

Per stabilire tale principio sono state necessarie le Sezioni Unite della Corte di Cassazione con la recentissima Sentenza n. 2320/2020, ancorché il medesimo fosse chiaramente scritto nella legge (art. 38bis, comma 4, del d.P.R. n. 633/1972) ! La controversia oggetto del suddetto contenzioso derivava dalla richiesta – supportata dalla prestazione di apposita fideiussione, ai sensi […]

Il nuovo credito d’imposta alla luce della legge n. 160 del 2019

La legge di bilancio 2020, n. 160 del 27 dicembre 2019, ai commi da 184 a 197, ha ridefinito la previgente disciplina ex art. 1, commi 60 e ss., della L. n. 145/2018, di fatto sostituendo, a partire dal 1° gennaio 2020, il meccanismo dell’iper o super ammortamento con lo strumento del credito d’imposta. Infatti, […]

La prova delle cessioni intra-comunitarie

Come ho avuto modo di illustrare nel mio precedente articolo, dal 1° gennaio 2020 entreranno in vigore le importanti novità previste dal Regolamento di esecuzione (UE) 2018/1912 del Consiglio del 4 dicembre 2019. Tra queste rientrano le nuove regole sulla prova del trasferimento dei beni nelle cessioni intra-comunitarie: disposizioni, tuttavia, cui il legislatore nazionale non […]

Cessioni intracomunitarie, la forma prevale sulla sostanza

In attesa del passaggio al regime “definitivo” IVA (previsto per il 2022, ma i tempi potrebbero essere molto più lunghi), dopo oltre venticinque anni dall’adozione del regime transitorio degli scambi intracomunitari, gli Stati membri si sono accordati per modificare provvisoriamente le attuali regole IVA. In tal senso, la Direttiva (UE) 2018/1910 del Consiglio del 4 […]

Variazione IVA per mancato pagamento: contrasto della norma interna con la Direttiva

Variazione IVA per mancato pagamento: contrasto della norma interna con la Direttiva “La base imponibile è costituita dal corrispettivo realmente ricevuto e il cui corollario è che l’amministrazione fiscale non può riscuotere a titolo dell’IVA un importo superiore a quello percepito dal soggetto passivo” (C-127/18; C-672/17; C-462/16; C-337/13; C-588/10). Così si è più volte pronunciata […]

Libertà di stabilimento ed esterovestizione: l’orientamento della Corte di Cassazione

Libertà di stabilimento ed esterovestizione: l’orientamento della Corte di Cassazione. La circostanza che una società sia stata costituita all’estero per fruire di una legislazione più vantaggiosa non costituisce per se stessa un abuso della libertà di stabilimento. Secondo i giudici della Cassazione, una misura nazionale che restringa tale libertà è ammessa unicamente ove riguardi costruzioni […]