Tutti gli articoli di Anna Maria Conti

Notifiche a mezzo PEC: incostituzionalità dell’articolo dell’art. 16-septies del dl 18 ottobre 2012, n. 179

Sentenza n. 75 del 2019 della Corte Costituzionale: illegittimità costituzionale dell’art. 16-septies del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179 L’articolo 16-septies del d.l. n. 179 del 2012, rubricato “Tempo delle notificazioni con modalità telematiche”, prevedeva che “La disposizione dell’articolo 147 del codice di procedura civile si applica anche alle notificazioni eseguite con modalità telematiche. Quando […]

Il credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo nel settore tessile e della moda

L’articolo 3, comma 4, del D.L. 145 del 2013 dispone che “sono ammissibili al credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo le seguenti attività: a) lavori sperimentali o teorici svolti, aventi quale principale finalità l’acquisizione di nuove conoscenze sui fondamenti di fenomeni e di fatti osservabili, senza che siano previste applicazioni o utilizzazioni pratiche […]

Determinazione dell’ammontare del credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo

Come si determina l’ammontare del credito d’imposta? Relativamente alla determinazione del credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo, l’articolo 3 del D.L. n. 145 del 2013, al comma 1, dispone che “A tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano nonché dal regime contabile adottato, che effettuano investimenti in […]

I limiti quantitativi del credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo

La soglia dei 30.000 euro e il superamento della media degli investimenti da R&S effettuati dall’impresa nei tre anni precedenti a quello in corso al 31 dicembre 2015 Come espressamente specificato dall’articolo 3 del D.L. n. 145 del 2013, il credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo, che compete fino ad un importo massimo […]

Il Credito d’imposta per Attività di Ricerca e Sviluppo

Il credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo è stato introdotto con il D.L. n. 145 del 2013, c.d. decreto “Destinazione Italia”, successivamente modificato dalla L. n. 145 del 2018 (legge di stabilità 2019) e dovrebbe essere prorogato, con il decreto “sblocca cantiere”, fino al 2023. Il bonus fiscale riconosce a tutte le imprese, […]

Art.3 D.L 119 del 2018. Nuova Definizione Agevolata del Debito Fiscale

Rottamazione bis e nuova definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione La Gazzetta Ufficiale n. 247 del 23/10/2018 ha pubblicato il decreto legge del 23/10/2018 n.119, recante “Disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria”. In particolare, l’articolo 3 del citato decreto, al fine di aumentare il gettito erariale e di ridurre il contenzioso tributario, prevede la […]

Detraibilità IVA e deducibilità costi per lavori edilizi su immobili di proprietà di terzi

Con la Sentenza n. 11533 del 2018, depositata l’11.05.2018, le Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione hanno riconosciuto il diritto alla detrazione IVA, sui corrispettivi pagati per i lavori di ristrutturazione e di manutenzione straordinaria, anche in ipotesi di immobili di proprietà di terzi. Orbene, con la Sentenza sopra indicata, le Sezioni Unite hanno […]

Il Requisito dell’Inerenza Prescinde dalla Correlazione del Costo con il Ricavo

Con l’Ordinanza n. 13882 del 31 maggio 2018, i giudici di legittimità hanno cassato la Sentenza della CTR, nella parte in cui i giudici di merito hanno ritenuto che “l’inerenza intesa in senso tecnico – sul piano tributario – non ha bisogno di interpretazioni logiche… bensì di constatazioni oggettive di natura qualitativa e quantitativa, tali […]
Sanzioni per compensazioni indebite la Cassazione e l’Agenzia delle Entrate alimentano incertezze sui crediti ricerca e sviluppoCalcolo contributi a fondo perduto per imprese e professionistiLa platea dei beneficiari del contributo a fondo perduto previsto da Decreto SostegniLa Corte di Cassazione con la Sentenza n. 7404, depositata il 17.03.2021, si pronuncia sulla natura (d’impresa/di lavoro autonomo) del reddito prodotto dalle società tra professionistiSecondo la Corte di Cassazione, il giudizio sull’inerenza di un costo è qualitativo e non quantitativo