• English

Non ho un E-commerce

Scelta della struttura operativa

E’ di fondamentale rilievo la scelta, da parte dell’imprenditore, della struttura operativa attraverso la quale operare.
Non si può affermare, in termini assoluti, che una struttura operativa sia meglio di un’altra, ovvero che esista la scelta perfetta in tema di e-commerce. Ogni soluzione comporta, di norma, vantaggi e limiti: in concreto, la struttura operativa scelta da un’impresa può non essere appropriata per un’altra azienda, così come la struttura operativa può non essere sempre adatta ad ogni momento della vita dell’impresa stessa.
Per poter effettuare la scelta più giusta e ponderata e per poter eventualmente “smontare” con facilità quella scelta, il nostro team discuterà con voi tutte le opportunità e i limiti delle varie opzioni possibili. 
Attraverso tali discussioni e la sintesi tra il vostro contributo e la nostra esperienza, saremo in grado di proporre il modello organizzativo più funzionale al vostro obiettivo d’impresa, scegliendo tra tutte le realtà esistenti nel panorama nazionale ed internazionale quella che meglio si adatta alle vostre esigenze di business e garantisca, al tempo stesso, la massima efficienza, anche alla luce della sempre attuale necessità di riduzione dei costi e ottimizzazione fiscale.
Dopo aver effettuato la scelta della struttura operativa più appropriata, forniremo il nostro concreto ausilio per la realizzazione effettiva degli adempimenti legali e burocratici necessari per l’inizio dell’attività, sia con le Autorità nazionali, che con quelle estere. 

Creazione del sito web e registrazioni di domini e marchi

Il World Wide Web rappresenta il “territorio” all’interno del quale si esercita l’attività di commercio elettronico. In tal senso, la stessa cura che si pone nella scelta della collocazione di un negozio fisico deve essere posta nell’analisi delle soluzioni tecnologiche che andranno a caratterizzare la presenza dell’impresa sul web. Un sito ben strutturato potrà, infatti, raggiungere e soddisfare un insieme di clienti esponenzialmente superiore rispetto ad un negozio fisico, motivo per il quale è necessario porre la massima attenzione nelle scelte per la creazione di un sito web di e-commerce.
I nostri esperti vi accompagneranno, se richiesti, sin dalla scelta del nome a dominio da assegnare al sito web e alla registrazione dello stesso, assistendovi anche con riferimento alla scelta del c.d. Top Level Domain ed alla realizzazione grafica e tecnologica del sito web e alla scelta del provider, nella fase di conclusione di un contratto di hosting o di housing che ospiterà il sito web.

Tale assistenza risulta di grande importanza, essendo equiparato il nome a dominio agli altri segni distintivi dell’impresa, soprattutto in termini di protezione del pubblico dalla confusione.
Esiste, infatti, un obbligo di due diligence da parte dell’imprenditore nella scelta del nome a dominio che andrà a caratterizzare la propria azienda, analogo a quello in tema di scelta della ditta o dell’insegna, al fine di scongiurare che una eventuale richiesta di riassegnazione del nome a dominio, fatta da un soggetto che possa vantare un diritto anteriore sull’uso di quel nome, possa vanificare gli sforzi fatti in termini di investimento e di marketing.
Anche il marchio è una risorsa preziosa da tutelare e valorizzare, poiché rappresenta uno dei principali elementi dell’immagine dell’azienda e fornisce, agli occhi della clientela, garanzie in termini di qualità ed affidabilità.
La protezione di un marchio può essere ottenuta anche solo attraverso l’uso. Tuttavia, è sempre opportuno registrare il marchio in quanto, così facendo, si ottiene una maggiore protezione, soprattutto in caso di contestazioni o conflitti con altri soggetti. Un marchio registrato attribuisce, infatti, diritti esclusivi, i quali consentono di impedire l’uso non autorizzato, da parte di altri soggetti, dello stesso o di un simile marchio.
I diritti di uso di un marchio sono validi esclusivamente nel territorio dello Stato nel quale è stata effettuata la registrazione. Dato il valore e l'importanza che un marchio può avere nel determinare il successo di un prodotto, è nell'interesse dell'impresa registrare il marchio in tutti i Paesi di esportazione o nei quali intende operare direttamente o concedere il suo marchio in licenza d’uso.
I nostri professionisti garantiranno la massima tutela delle vostre proprietà intellettuali, svolgendo tutti gli adempimenti legali di registrazione, sia a livello nazionale che internazionale, e tutelando i propri assistiti da qualsivoglia condotta abusiva da parte di soggetti terzi.  

Pianificazione e adempimenti fiscali

Gli aspetti fiscali sono particolarmente importanti nel caso di un’attività commerciale di tipo elettronico, tanto che il quadro normativo tributario legato all’e-commerce è abbastanza complesso e diverge significativamente a seconda della tipologia di commercio elettronico considerata (business to business, business to consumer, e-commerce diretto, e-commerce indiretto), nonché a seconda del tipo di bene o servizio ceduto o prestato e del destinatario dell’attività. L’e-commerce si sviluppa con semplici operazioni nazionali, ovvero con operazioni intracomunitarie o cessioni all’esportazione: a seconda della loro geolocalizzazione sono diverse le implicazioni che ne conseguono, sia a livello di fatturazione (status di esportatore abituale, reverse charge, elenchi riepilogativi INTRASTAT, cessioni imponibili/non imponibili/esenti, etc.), che di disciplina sostanziale applicabile (IVA a destinazione o da assolvere nel Paese di partenza, etc.).
Ovviamente, anche la scelta della forma giuridica o della struttura operativa, il regime di contabilità prescelto per lo svolgimento dell’attività commerciale e la sua qualificazione come “abituale” e “professionale”, influiscono sulla disciplina fiscale applicabile, a livello d’imposizione diretta e indiretta.
Giova, peraltro, ricordare come i profili fiscali, nonché gli adempimenti tributari ad essi connessi, mutino e siano tra loro diversi, in presenza di differenti situazioni di fatto: attività di e-commerce solo in Italia ovvero anche in altri Paesi UE; attività di e-commerce al di fuori dell’Unione europea; attività di e-commerce relativa a determinati prodotti (alimentari, bevande alcoliche, etc.); e via dicendo.
Gli oneri e gli adempimenti fiscali varieranno, quindi, in relazione sia alla tipologia di beni o servizi commercializzati elettronicamente, che al luogo in cui i beni e servizi saranno venduti o prestati, tenendo presenti le Convenzioni tra Stati e ogni disciplina sovranazionale.
I nostri professionisti vi assisteranno nella ricerca delle soluzioni fiscali più vantaggiose, sia dal punto di vista della semplicità di gestione degli adempimenti, che nell’ottica di riduzione dei costi e di ottenimento di legittimi risparmi d’imposta.
Il nostro team si occuperà, inoltre, di tutti gli adempimenti fiscali formali relativi all’attività di commercio elettronico svolta: apertura partite IVA, sia in Italia che all’estero; dichiarazioni IVA italiane e estere; etc.

Autorizzazioni amministrative ed obblighi di legge

Per poter svolgere l’attività di commercio elettronico, nonostante il principio comunitario dell’assenza di autorizzazione preventiva, in determinati casi e par alcune tipologie particolari di beni, devono essere posti in essere alcuni adempimenti burocratici di natura amministrativa e fiscale (iscrizione nel Registro delle Imprese, presentazione della SCIA, iscrizioni INPS e INAIL, dichiarazione di inizio attività all’Agenzia delle Entrate per apertura di partita IVA, eventuale iscrizione all’archivio telematico VIES, richiesta di attribuzione di codice ATECOFIN, comunicazioni varie alla Camera di Commercio, etc.).
L’attività di e-commerce presuppone, altresì, il rispetto di ogni obbligo di legge quali, ad esempio, il rispetto degli obblighi informativi relativi alle c.d. indicazioni generali obbligatorie, degli obblighi derivanti dal Codice del consumo, nonché l’osservanza, in tema di comunicazioni commerciali, delle regole relative alle pratiche commerciali ingannevoli e aggressive.
I nostri professionisti espleteranno per vostro conto tutti gli adempimenti necessari alla vostra attività.

Privacy

Come più volte sancito dalla Corte di Giustizia dell’Unione europea, l’applicazione delle norme in materia di commercio elettronico deve avvenire in armonia con le disposizioni che regolano la protezione dei dati personali.
Il diritto alla protezione dei dati personali è, infatti, un diritto fondamentale dell’individuo ai sensi della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea (art. 8), oggi tutelato da molteplici atti normativi italiani ed internazionali, tra i quali il Regolamento UE del Parlamento europeo e del Consiglio n. 679 del 2016, il Codice in materia di protezione dei dati personali (D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196) ed il più recente D. Lgs. 10 agosto 2018, n. 101.
Adeguarsi alle suddette normative è di fondamentale importanza se non si vuole incorrere in pesanti sanzioni, a rilevanza sia amministrativa che penale.
La nostra attività consisterà nel fornirvi supporto in ordine alla cura della privacy del vostro sito e-commerce, garantendo la massima tutela dei dati personali degli utenti, in conformità alle vigenti prescrizioni legali. 

Contratti con clienti e fornitori

L’attività di e-commerce coinvolge importanti questioni di carattere civilistico e contrattuale, ove non sempre l’interpretazione delle disposizioni applicabili è chiara. Specialmente con riferimento al c.d. “contratto telematico”, particolare categoria di contratto a distanza, i principi normativi differiscono profondamente da quelli tradizionalmente considerati dalla disciplina civilistica, ragione per cui gli operatori devono rivolgersi solo a professionisti di tale settore.
D’altro canto, ulteriori motivi di complessità relativi all’inquadramento giuridico di tale fenomeno contrattuale derivano dalla materia stessa, la quale presenta caratteristiche peculiari, tra cui vi è la “fluidità”. Risulta difficile e poco utile, infatti, fornire una dettagliata disciplina legislativa, in considerazione del fatto che la prassi evolve molto velocemente: nel settore digitale si sviluppano, infatti, continuamente, strumenti tecnici che consentono modifiche e aggiornamenti, che rendono fluido il quadro normativo.
Il commercio elettronico è disciplinato da una moltitudine di fonti normative, nazionali e sovranazionali, che interagiscono tra di loro creando un sistema che non sempre può definirsi armonico, ma che come caratteristica presenta una notevole plasticità.
In questo quadro disarmonico e velocemente mutevole, la nostra esperienza è volta ad accompagnare i clienti nella predisposizione e redazione, nonché nel continuo aggiornamento, di tutti i contratti con clienti e fornitori, in conformità a quanto legislativamente previsto in tema di contratti informatici, obblighi informativi, condizioni generali di contratto, clausole vessatorie, comunicazioni commerciali, diritto di recesso, tutela dei consumatori, trasporto e consegna dei beni, garanzia per vizi e ogni altro aspetto potenzialmente rilevante.

Implementazione e gestione delle vendite in altri Paesi UE e extra UE

L’e-commerce consente di sviluppare e incrementare il business a livello globale.
In tale ambito, tuttavia, l’Italia è ancora un passo indietro rispetto ad altri Paesi.
Occorrerebbe tener presente per fare “il passo” che le nuove tecnologie hanno modificato in misura rilevante la determinazione volitiva nel processo di acquisto tradizionale. Internet ed il mondo digitale fanno sì che, anche quando il momento dell’acquisto avviene seguendo i metodi tradizionali, è possibile che proprio quel bisogno sia sorto tramite la sollecitazione pubblicitaria online, oppure che all’emergere di quel bisogno si sia cercata proprio online la sua soddisfazione. E qualora si considerino, poi, le opportunità offerte dalla tecnologia mobile, le possibilità d’interazione aumentano ulteriormente.
Lo svolgimento di attività e-commerce in Paesi esteri ha illimitate implicazioni che dovremo discutere insieme.
Dopo che, e se, vi sarete convinti della convenienza di operare all’estero, vi accompagneremo nella scelta dei relativi Paesi, illustrandovi i singoli autonomi sistemi fiscali e gli adempimenti formali obbligatori (registrazione presso l’archivio VIES; apertura di partita IVA all’estero; presentazione di dichiarazioni IVA; adempimenti doganali; etc.).
Compiute da parte vostra le scelte, i nostri professionisti svolgeranno per vostro conto tutti i necessari adempimenti, sia in Italia che nel Paese di destinazione del bene o del servizio, sia in fase di avvio dell’attività, che nel corso di essa.